Chi siamo

LA NOSTRA STORIA

Le origini del gruppo risalgono al 1908, Terremoto di Messina (da una consultazione del nostro archivio) alcuni nostri volontari del “Gruppo Smassatori” si prodigarono per la raccolta di viveri e medicinali, del loro trasporto, e il soccorso sul posto.
Inizialmente erano volontari, che oltre ai servizi sanitari, si mettevano a disposizione per prepararsi in caso di eventi, avendo a disposizione una dotazione minima, ma con tanta voglia di fare.

Con il tempo, l’impegno e l’entusiasmo, il gruppo aumenta oltre che di numero anche di professionalità e arrivano anche attrezzature e mezzi specifici.

Attraverso ricerche c/o la Biblioteca Nazionale troviamo il Gruppo Protezione Civile presente con una squadra sul terremoto in Mugello (1919), negli anni il Gruppo è intervenuto in diverse occasioni sia a livello nazionale che internazionale: per l’alluvione di Firenze (1966), nel terremoto del Belice in Sicilia (1968), per il terremoto in Friuli (1976), terremoto in Irpinia nel (1980), l’alluvione in Piemonte (1994), l’alluvione in Alta Versilia (1996) dove il Gruppo della Fratellanza è stata la prima associazione ad arrivare nel paese di Cardoso, che era isolato da 3 giorni, il terremoto in Umbria (1997), Missione Arcobaleno in Albania (1999), la visita del Papa a Loreto (2012), funerali di Papa Wojtyla (2005) e fino ad arrivare ai nostri giorni con il terremoto in Abruzzo (2009), alluvione Aulla (2011), terremoto in Emilia (2012), alluvione Massa (2012).

 

I volontari hanno partecipato a varie esercitazioni fra cui: Giotto (2010), simulazione di un terremoto nel Mugello; Terex – Tuscany Earthquake Rekief Exercise (2010) esercitazione internazionale con simulazione di un terremoto in Garfagnana con conseguenti danni a livello idrogeologico. Paesi partecipanti : Italia, Francia, Slovenia, Croazia, Austria e la Federazione Russa.

 

Ad oggi il Gruppo di Protezione Civile vanta circa 40 volontari addestrati alle più svariate mansioni, addetti alla logistica, operatori di cucina, operatori di PMA, operatori di sala operativa e segreteria, capicampo, la maggior parte di loro qualificati anche per il soccorso sanitario.

La preparazione dei volontari viene seguita direttamente all’interno dell’Associazione con il corso di operatore di protezione civile, esercitazioni, e anche con la possibilità di partecipare ai corsi di specializzazione presso l’Anpas.

Principi e valori

SOLIDARIETÀ
Essere solidali con le persone che hanno subito perdite, con la popolazione, né condividiamo le difficoltà, le esigenze e le aspettative, saper ascoltare

RISPETTO
Ci adoperiamo perchè le nostre azioni siano improntate nel rispetto degli altri, a comprendere, a non giudicare e a supportare le persone in difficoltà

EQUITÀ

Ci impegniamo a non fare distinzione di razza, sesso, religione e status sociale tra le persone che assistiamo

PROFESSIONALITÀ

Migliorarsi continuamente attraverso la formazione e la preparazione

SPIRITO DI SQUADRA

Saper lavorare con persone di altre associazioni, sostenerci a vicenda durante lo svolgimento di un servizio, avere affiatamento e coordinamento di squadra

SPIRITO DI ADATTAMENTO

Sapersi adattare a vari ambienti e situazioni

RISERVATEZZA

Mantenere la massima riservatezza, non divulgare all’esterno fatti o cose inerenti il nostro servizio

ATTIVITÀ

Il Gruppo di Protezione Civile della Fratellanza militare è reperibile 24 H su 24, siamo a disposizione delle istituzioni: Comune, Provincia, Regione, Dipartimento di Protezione Civile.

Veniamo allertati direttamente dall’Anpas di cui la Fratellanza fa parte, per emergenze oppure partecipiamo ad esercitazioni o eventi di massa programmati.


Settori di intervento:

Con il Comune abbiamo stipulato una convenzione, veniamo allertati per iterventi locali, allagamenti, neve, concerti, manifestazioni sportive e non;

Dalla Provincia veniamo allertati per interventi in autostrada A1, in caso di blocco causati da: incidenti stradali, nevicate, code nel periodo di esodo estivo con il compito di trasportare generi di conforto;

Convenzione con la Polizia idraulica – Provincia di Firenze, in caso di piena dell’Arno e dei suoi affluenti, siamo a chiamati a sorvegliare il tronco a noi assegnato;

Servizio Stadio: siamo addetti all’apertura delle porte di interno campo in caso di emergenza.

Allertamento per interventi in caso di calamità a seguito di colonne mobili Nazionali e Regionali.

 

Fuoristrada – M. 95

Land Rover “Defender 110” viene utilizzato per tutti i tipi di intervento, in inverno viene allestito con modulo spargisale.
Dotato di gancio traino a sfera per il traino dei carrelli in nostra dotazione.

Fuoristrada – M. 96

Land Rover “Defender 90” viene utilizzato per tutti i tipi di intervento, ma soprattutto per il traino del carrello PMA .
Dotato di gancio traino a sfera e di verricello anteriore.

Autocarro Polivalente – M. 84

Mercedes Benz 310/33, utilizzato per tutti i tipi di intervento, omologato per tre posti, dotato di attrezzature idrauliche, pompa idrovora a scoppio 1000 lt al minuto con slitta scorrevole, gruppo elettrogeno da 5kw, situati nella parte posteriore, torre faro telescopica, pompe elettriche.

Furgone da trasporto – Mukki

Iveco Daily, utilizzato per il trasporto di materiale e attrezzatura.
Concesso ad uso gratuito dalla Centrale del Latte Mukki di Firenze.